Attacchi di panico e ansia - Attacchi di Panico e ansia

Cerca 
Vai ai contenuti

Menu principale:

   

Attacchi di panico la soluzione


Nella vita è possibile sperimentare sensazioni destabilizzanti, e sentire dentro noi stessi una tale quantità di vuoto e irrequietezza da non sentirci più padroni del nostro corpo.


Sembra impossibile  detto cosi semplicemente  a parole, ma non lo è. Chi soffre di
attacchi di panico ed ansia sa quello che voglio descrivere, il vuoto più totale l’assenza di ogni stimolo e di ogni speranza; sono sensazioni legate all'impotenza che questi tipi di attacchi trasmettono a chi li subisce.

Ci si sente spettatori di una vita devastata, e nulla può porre rimedio a questo, i farmaci e tutte le cure tradizionali ,con tutto il rispetto per la loro utilità e per chi ci crede fermamente non servono ad altro che a nascondere quello che deve anzi essere portato alla luce e affrontato nella maniera più diretta possibile.

L'esperienza ci dimostra che chi soffre di attacchi di panico si sente debole ed indifeso, senza carattere e folle  agli occhi degli altri.

Infatti è tipico provare un senso di avversione per se stesso, non riuscendo a contrastare i sintomi di questo problema e non potendo trasmettere agli altri la verità su cosa si prova. E' la "Paura della Paura" la catena che porta disperazione.

Quello che propongo è di ascoltare il proprio corpo e rendersi conto che questi stati d'animo sono un’ avvertimento, un consiglio proveniente dal nostro "Io" profondo che ci dice molto su come viviamo e su come dovremmo vivere.

Riconoscere a noi stessi i nostri errori, le emozioni e le nostre attitudini reali è l’ostacolo più grande.

A volte quello che desideriamo è contro corrente o socialmente sconsigliato, perché spesso vestiamo un abito che altri hanno cucito per noi…

Libera la mente e riconosci e accetta quello che sei e quello che vuoi……e gli attacchi di panico se ne andranno.
Io cel’ho fatta e puoi farcela anche tu..
ACCEDI ALLE TECNICHE EFFICACI CONTRO ANSIA E PANICO



Attacchi di panico il primo episodio

Vi siete mai trovati  agitati, con la sensazione come di qualcosa che nasce dallo stomaco e arriva fino alla testa , sensazione di calore agitazione paura che sfocia in tremiti sudore freddo e altre manifestazioni terrificanti.

Siete di fronte al vostro primo attacco di panico.

Gli Attacchi di Panico possono colpire chiunque, forse stai pensando: no, ma questo cosa dice, ho avuto un calo di pressione, forse lo stress...Gli attacchi di paura e panico possono colpire davvero tutti senza esclusione, non fraintendetemi non voglio fare del terrorismo psicologico ma purtroppo sono una realtà.

E' molto più semplice riscontrare questo tipo di crisi di panico nelle persone con una spiccata base ansiosa ma ciò non preclude il fatto che possono colpire anche le persone comuni.

Gli Attacchi di Panico possono essere sporadici o più frequenti ma la loro caratteristica infingarda è che si sviluppa una paura incredibile che questo si ripresenti, anche perchè l' esperienza del Disturbo di Panico detto anche D.A.P è connotato da una vera e propia sensazione di impotenza, si viene letteralmente sopraffatti da questo tzunami di sensazioni e paure tali da bloccare ogni tipo di risposta razionale non può capire chi non li ha mai provati.

In genere chi pensa a cosa si prova con gli attacchi di panico pensa a qualcosa che ha provato in passato, l' ansia di un esame, una colica ....ma non è così, la cosa che più terrorizza è il fatto di perdere il controllo di noi stessi, l' unica cosa ravvicinabile è la sincope in cui si sviene da un momento all' altro.


Come si controlla un Attacco di Panico.

Controllare il panico è possibile , bisogna allenarsi e possedere alcune tecniche che ti possono aiutare ad avere controllo. Io ho appreso numerose tecniche e le condivido in un manuale che ho scritto e si chiama Ansia Off, la prima cosa da imparare anche se sembra scontato è la respirazione, poi è fontamentale imparare ha gestire le immagini che involontariamente leghiamo alla paura e al panico, la cosa più importante è di imparare come rievocarle assicurandosi che  il nostro Amigdala le abbia immagazzinate ....Sembra un discorso complesso ma vi assicuro che per me ha funzionato a meraviglia.


Attacchi di panico rimedi.

per le crisi di panico rimedi vengono proposte spesso soluzioni farmacologiche oppure soluzioni alternative, che hanno a che vedere con l'utilizzo di tisane rilassanti e di varie altre soluzioni naturali.

Spesso le crisi di panico sono da attribuire non soltanto a motivazioni puramente psicologiche a volte esistono dei fattori che non vengono considerati nel giusto modo, per esempio il nervo vago spesso è connesso con i sintomi delle crisi di panico , ed è giusto vedere la funzionalità di questo nervo molto importante nella visione degli episodi di panico .

Trovare rimedi efficaci  per gli attacchi di panico è molto importante perché essi al di là che si verifichino frequentemente o saltuariamente sono episodi estremamente sgradevoli.

Come Attacchi di panico rimedi intendiamo una tecnica o l'insieme di tecniche tese ad eliminare il problema in modo definitivo.

Come mai il nervo vago può influire e provocare sintomi analoghi a le crisi di panico.

Il nervo vago è una struttura importante essa esce all'altezza del tronco encefalico incrociandosi a  X e prolungandosi per tutto il corpo.

Il nervo vago è molto importante nella panoramica degli attacchi di panico rimedi esso controlla molte funzioni del corpo tra cui la bradicardia, ovvero la possibilità di abbassare la frequenza cardiaca, alcune
funzioni dell'apparato digerente e molte altre collegate con i sintomi della crisi di panico.

Chiaramente il connubio fra crisi di panico e nervo vago non è scentificamente dimostrato ma sono sempre di più gli studiosi che si avvicinano a queste teorie. Anche perché per quanto riguarda Ansia e Attacchi di Panico Rimedi tutto è ancora da verificare e studiare,

Disturbi  di Panico :Come Superarli.


Le Crisi di Panico possono essere Superate adottando un stile di comportamento e una linea di
difesa che comporta l’accettazione delle Crisi e abolire i tentativi di resistenza inragionevoli che non fanno che condurci al peggioramento dei sintomi attacchi di panico.

Ho letto recentemente un Manuale che fornisce numerosi rimedi per attacchi di Panico , esso parla
anche del nervo vago e dell’Attinenza con gli attacchi di panico e disturbi analoghi.

Elaborazione del tutto di una persona cara
Il lutto è una di quelle circostanze in cui tutto il nostro essere viene messo alla prova.Sono frequenti in questi casi ansia , apprensione,attacchi di panico e paura.Da un punto di vista , quello più palese scompare dalla nostra vita una persona più o meno cara, dall'altro ci sentiamo ricordare che la nostra avventura su questa terra ha una fine.
attacchi di panico e mal di testa

Mal di testa?Colpa del panico....

Esiste una collegamento frà mal di testa ansia e panico , scopriamolo insieme.

cure per attacchi di panico

Cura naturali per gli attacchi di panico 
______________________
Per capirsi bisogna conoscersi profondamente per attivare la nostra capacità di cura naturale...
______________________

vincere panico e ansia

Come superare gli attacchi di panico
______________________
Vi piacerebbe scoprire come superare e la paura del panico? Se lo vuoi veramente , leggi questo articolo ...
______________________

vincere esaurimento nervoso
Ecco come star bene
__________________
Vorressti sperimentare la vera serenità, riuscendo da soli a trovare un equilibrio stabile?Vuoi confrontarti con chi vive il tuo disagio....fallo ora.
__________________________

bruxismo e ansia
Bruxismo e ansia.
______________________
Digrignare i denti , fastidioso e poco salutare molti non sanno che si chiama bruxismo....
______________________


attacchi di panico ipnosi
Ipnosi:Contro gli attacchi di panico.
______________________
Conosci l' Ipnosi? Vuoi sapere qualcosa in più , e capire come l' ipnosi possa rivelarsi utile nel fare luce sui traumi del passato che generano gli attacchi di panico.
______________________

Semplice Tecnica Per Bloccare gli Attacchi di Panico

Ti Piacerebbe provare una semplice tecnica in grado di farti capire cosa ti porta a provare
gli attacchi di panico?

Sarebbe meraviglioso , non trovi?Allora inserisci qui sotto il tuo nome o nikname e la tua mail e scaricala Gratuitamente.Poi mi dirai cosa ne pensi...




Attacchi di Panico.
 
Ecco cosa ci riferisce chi ne soffre 
Chi soffre di Attacchi di Panico riferisce un senso di Paura profonda che però spesso risulta essere incomprensibile da chi la prova . 
Nel senso che il soggetto avverte un senso di agitazione e tensione molto forte, che all'inizio non viene collegata ad una vera e propria sensazione di paura.


Gli Attacchi di Panico si inseriscono in quel tipo di disturbi psicologici che hanno una catalogazione ben precisa. All'interno del  sito del Ministero della Sanità italiana , più precisamente nella banca dati dei ricoveri ospedalieri essi vengono catalogati col numero 300.21 indicati come Agorafobia con Attacchi di Panico .


 Col termine Agorafobia si intende la paura  dei luoghi sconosciuti e non familiari , il termine deriva dal greco Agorà  che significa Piazza , quindi letteralmente "Paura della Piazza" .

Agorafobia 
Forse parte integrante degli attacchi di panico , scopriamo insieme in cosa consiste l' agoràfobia.

L' Agorafobia , è una delle componenti degli Attacchi di Panico più comuni e evidenti , è anche uno di quei sintomi Attacchi di Panico più invalidanti in quanto costringe chi li subisce a isolarsi fra le mura domestiche e da origine ad un vero e propio isolamento e a quel comportamento di "Evitamento" dei luoghi e delle situazioni che provocano disagio.


Attacchi di Panico Sintomi e Manifestazioni 



Gli Attacchi di Panico o Disturbo da Attacco di Panico detto anche D.A.P. si manifesta oltre che con il disagio dei luoghi sconosciuti con una agitazione che cresce in cui si cerca una via di fuga da quell'ambiente o da quella situazione.


Gli Attacchi di Panico si manifestano nei modi più svariati e spesso sono accomunabili in sintomi simili. Ecco quali sono i sintomi più comuni degli Attacchi di Panico . 


L' Attacco di Panico ha un suo crescendo e alcuni segni premonitori , chi ne soffre frequentemente sà di cosa parlo , ma andiamo a descriverli:
In genere quando inizia il Panico si avverte un senso di agitazione , e possono comparire sintomi fisici come difficoltà a deglutire e uno strano irrigidimento degli arti , sensazione di freddo o di caldo improvvisa con sudorazione abbondante .


Il crescendo del panico parte da sensazioni varie di disagio e agitazione o nervosismo arrivando a provare sensazioni di terrore , relative a svariati pensieri negativi , malattie, possibili infortuni, salute dei cari sfortune in genere, giungendo a un collasso mentale in cui non si vede una via di uscita , si prova una disperazione acuta , con difficoltà di respirazione (fame d' aria) e episodi di tachicardia.



Attacchi di Panico



Di cosa si tratta e da cosa sono provocati.
Disturbo da attacchi di panico


Gli attacchi di panico sono episodi emotivamente coinvolgenti di paura intensa, nel corso di tali episodi si vengono a manifestare sintomi fisici , psicologici e comportamentali.
Comunque mentre stavo sull'autobus ho cominciato ad avvertire un grosso disagio, mi sembrava di non riuscire a respirare bene, ma in quel momento davo la colpa di quello che stava accadendo; al fatto che il mezzo era abbastanza affollato, ad un certo punto, ero in piedi e mi tenevo a delle barre di metallo difronte avevo delle persone e anche accanto, diciamo che ero quasi imprigionato, come spesso accade in queste situazioni.

Incominciai a sentire una smania, una paura che cresceva dentro di me, dallo stomaco questa sensazione cominciò ad andare verso la testa, mi sentivo impazzire era come se quelle persone mi pesassero addosso dovevo in tutti i modi uscire.

Cominciai a tremare e a sudare freddo, il mio cuore che fino a quel momento non avevo mai sentito cominciò a battere nel mio petto tanto forte che cominciai a pensare di avere un infarto, non so dirvi quanti pensieri in quel momento affollavano la mia mente.

 Incominciai ad immaginarmi quello che sarebbe accaduto pensavo di cadere a terra le gambe cominciarono a tremarmi non riuscivo più a respirare le persone accanto a me cominciarono a guardarmi ero diventato bianco come un lenzuolo.

Cominciai a farmi largo fra le persone tanto che qualcuno si lamentò della mia irruenza, per andare verso l'uscita suonai il campanello e appena l'autobus fu fermo sfrecciargli giù dalla vettura cominciai a camminare. 

Ero molto lontano dal lavoro ero sceso tre o quattro fermate prima il respiro era affannoso non sapevo come fare all'interno della mia mente ero convinto di stare per morire, ero disperato entrai in un bar e chiesi aiuto.


La persona del bar mi guardo e mi disse, secondo me tu hai un Attacco di panico, era la prima volta che sentivo quella parola, ma nella mia mente pensavo che non era possibile se stavo in quel modo vuol dire che dovevo per forza avere un problema di salute.

La signora del bar chiamò l'ambulanza, ancora prima che arrivasse cominciai a sentirmi meglio degli un bicchiere d'acqua, e mi misi seduto. 


Subito dopo cominciai a sentire una forte stanchezza e un forte mal di testa quando l'ambulanza arrivò, mi fecero tutte le manovre di routine, pressione, elettrocardiogramma e quant'altro.
Per sicurezza mi portarono all'ospedale per accertamenti.

Il mattino seguente dopo esser stato tutta la notte in ospedale e aver fatto numerosi test il dottore mi parlò e mi disse che non aveva voluto un infarto e che non avevo niente di rilevante anche lui mi disse che probabilmente si era trattato di ansia e di attacchi di panico, mi fece molte domande e mi disse di contattare il mio medico di base e di chiedere consiglio o comunque approfondire la questione.

Dopo che fui fuori dall'ospedale di sentivo molto tranquillo pensare che non era stato nulla e la mia vita continuò qualche tempo dopo purtroppo in circostanze diverse e Attacchi di Panico si fecero rivedere, ero al lavoro tranquillo al macchinario al quale ero assegnato e cominciare a sentirmi strano, per tranquillizzarmi accesi una sigaretta e quella fu la maggiore sciocchezza che potei fare, il cuore cominciò a batter ancora più velocemente e si ripete un episodio analogo cercai di resistere e di non farmi notare dai colleghi andai in bagno e ci rimasi quasi 20 minuti.

A quel punto mi preoccupai veramente e decisi di andare dal medico curante, lui minimizzò molto la situazione anche se io ero molto preoccupato, per me quegli episodi erano tremendi non avevo mai vissuto nulla di simile e mi sembrava impossibile che la mia mente potesse creare un problema simile.

Comunque il medico mi prescrisse delle goccioline e mi disse di stare tranquillo, non so come mai appena lui mi disse stai tranquillo, mi sentii subito agitato!
Per farvela breve da quel giorno in poi capitò molto spesso di avere Attacchi di Panico  e la mia vita è letteralmente cambiata. 


Purtroppo ho cominciato aver paura di andare fuori il mio stato di ansia normale era aumentato a dismisura, non ho più preso l'autobus e ho sempre cercato di non rimanere solo al lavoro e tutto questo mi ha procurato molti problemi però ho cercato di tenere duro.

Ho cercato aiuto da uno specialista che mi ha aiutato molto, poi ho conosciuto Andrea e il suo manuale e grazie ad esso ho capito molte cose sul perché mi sentivo così, io ero molto contrario ad assumere farmaci la cosa mi dava fastidio e anche se in certi momenti penso che non avrei potuto fare a meno adesso sono in grado di controllarmi quasi perfettamente, gli episodi di Attacchi di Panico non si sono più manifestati anche se un po' di paura ne rimane sempre.

Articoli Che possono interessarti...

Sei curioso o curiosa di conoscere il tuo livello di ansia?

Ecco un semplice test che può aiutarti.


Fai il Test Ansia


Attacchi di Panico : Ecco come si definisce il Ciclo del Panico


Il Ciclo Del Panico di Marco Janni

Il Ciclo del Panico è un circolo vizioso di Paura della Paura , in cui chi soffre di questi disturbi incappa suo malgrado . Questa è la forza e la pericolosità stessa degli Attacchi di Panico.
Ecco come si puo definire il circolo che si crea con gli attacchi di panico :
ciclo del panico
Tutto parte da alcune sensazioni Fisiche insolite e che riescono a turbarci, queste sensazioni o sintomi attacchi di panico fanno si che la nostra mente cominci a rielaborare situazioni possibili e proiezioni negative, non a caso molte persone che sono in preda a questi sintomi come le palpitazioni o i dolori al torace sono convinti che  si sta verificando un attacco di cuore.

Tecnica interrompere ciclo panico

Cause degli Attacchi di Panico

La causa esatta del disturbo di panico non è nota. Si crede che sia il risultato di uno squilibrio di sostanze chimiche del cervello (neurotrasmettitori).
Può anche essere trasmessa da una generazione all'altra (GM). Figli di genitori con tali disturbi anno otto volte più probabilità di altri di sviluppare la malattia. Un rischio maggiore lo hanno e coloro che hanno genitori con depressione o disturbo bipolare.

La tensione nervosa (ad esempio la perdita di un rapporto) può innescare i sintomi degli Attacchi di Panico

È possibile che un uomo possa avere   attacchi di panico senza disturbo di panico che solitamente è collegato.



Storia di Ansia e Panico

Come superare l'ansia

Da ex sofferente di questo tipo di disturbi mi sono chiesto tantissime volte come superare l'ansia e le crisi di panico e sono giunto alla conclusione avendo avuto la fortuna di utilizzare un metodo efficace che l'unico sistema veramente efficace per capire come superare l'ansia sia quello di combattere le immagini distorte che si creano nella nostra mente e risalire al trauma che spesso si verifica quando siamo ancora piccoli, trauma capace di istallarsi nella nostra mente e generare come una sorta di collegamento con gli eventi attuali.

La cosa curiosa è che quando ci capita una situazione o una frase che rievoca il famoso Trauma , tutto ritorna come allora , stiamo vivendo le sensazioni del quì ed ora  di quel momento. 
Le crisi di panico non sono che il culmine delle crisi di ansia e spesso queste sono legate a immagini distorte e ripetizioni di paure del passato  che noi immagaziniamo nella nostra mente inconsciamente.


 Nessuno sa esattamente come questo meccanismo abbia luogo ma per superare l'ansia mi sono reso conto che lavorare su queste immagini porta dei benefici inaspettati. 
Questi eventi del passato che molto spesso riviviamo a livello visivo come immagini o cinestesico cioè solo come sensazioni rischiano di condizionare la nostra vita, se ci facciamo caso nella nostra vita ci capita di vivere esperienze molto simili , persone che ci fanno soffrire o che ci umiliano , c'è chi da la colpa alla sfiga , ma io personalmente non credo alla sfortuna e penso che nulla arriva per caso.

Le crisi di panico sono fenomeni improvvisi portano ad una sensazione estrema di disagio e disperazione, tutte sensazioni proprie dell'ansia e dello stato di agitazione costante a cui essa ci porta. Per curare le crisi di panico è necessario adottare una strategia di rilassamento estremo e imparare tramite tecniche specifiche come cancellare e riprogrammare le immagini che si sono formate nella nostra mente. 

Per capire come superare l' ansia ti darò alcuni consigli che vi prego di seguire per poter arrivare ad un controllo delle crisi di panico e delle crisi di ansia. Io ho sofferto di ansia per quasi quattro anni tutto è iniziato da una semplice difficoltà a deglutire di cui non capivo la natura, come spesso accade in questi casi mi sono recato al vicino ospedale nel reparto otorinolaringoiatrico dove dopo attenta analisi non hanno riscontrato niente di fisico e di rilevante. 


Il fenomeno si è ripetuto molte volte ancora non pensavo di dovermi preoccupare di come superare l' ansia ma ben presto i sintomi si sono aggravati e moltiplicati, dalla tachicardia alle extrasistole fino ai tremori e la sensazione forte di confusione mentale che non mi permetteva di fare nulla. 


Ho scoperto casualmente come superare l' ansia con le tecnica delle immagini e devo dire che i risultati sono stati impressionanti. Come superare l'ansia: le immagini mentali Le immagini mentali si possono formare in qualsiasi modo la nostra mente cataloga ogni situazione o stimolo sensoriale che raccoglie, anche un'immagine vista alla televisione si scaturisce forti emozioni può essere carpita dalla mente come situazione reale. 

Tutte queste sensazioni immagini vengono inserite in una specie di archivio all'interno di una parte del cervello che si chiama amigdala, questa parte del cervello fa parte a sua volta del sistema limbico un insieme di dispositivi mentali che servono per i nostri pensieri e le nostre emozioni. 


Le tecniche di questi parlo sono estremamente semplice realtà sfruttano la tecnica della visualizzazione, tutto questo dal punto di vista medico non è provato ma io personalmente ti do la mia parola che funziona, vale la pena di provare per rendersi conto di come la nostra mente agisca in modo molto semplice. In ogni modo provare queste tecniche sarà sempre meno distruttivo (infatti non hanno assolutamente controindicazioni rischi ho effetti collaterali) rispetto all'assunzione di farmaci che riservano pericoli assolutamente inaspettate. Come superare l'ansia, adesso lo so… 

Ma per molto tempo mi sono perso dietro ogni tipo di tecnica che poteva aiutarmi per l'ansia e le crisi di panico.

Ho provato lo yoga il training autogeno persino l'ipnosi, per quanto riguarda le prime due tecniche sono molto interessanti valide per quanto riguarda il principio di rilassamento fisico e devo ammettere che portano dei risultati, ma l'ipnosi soprattutto quella classica fatta dall'ipnotizzatore, un professionista medico che si occupa di questo, portano ad una dipendenza da esso, e quando si sono sospese le sedute i risultati ottenuti non sono assolutamente duraturi. E quando si capisce di non avere più il supporto del medico che ti ipnotizza, spesso si cade nella disperazione e le crisi di panico all'ansia ritornano anche a livelli più alti.


Esperienza Reale :

Mi chiamo Andrea Monti ed ho trovato il metodo per risolvere il mio problema di Ansia e Attacchi di Panico. Ne soffrivo anche io, ma ora che ho la soluzione voglio condividerla con te.
Segui i miei consigli e vivrai una vita più che soddisfacente! 

Google+

Come ho vinto l’ Ansia 

Questo è il titolo del manuale che ho scritto e che affronta gli stessi tuoi problemi che ho provato sulla mia pelle.
Negli anni dopo molti errori e terapie sbagliate ho trovato la mia strada grazie a una tesi di laurea e a molto impegno…
La mente è un meccanismo perfetto ma pochi sanno che la sua meccanica è modificabile. L’ ansia ci mette in guardia, imparare a capirla e affrontarla con le tecniche adeguate è importantissimo.
Ho deciso di scrivere questo Ebook per non far perdere tempo in esperimenti e errori madornali che normalmente si compiono in queste situazioni.
Una scorciatoia verso un nuovo equilibrio. La mia esperienza, la mia storia per eliminare le tue paure.  
Guarda il video , per conoscerci meglio...

Cosa mi ha spinto a Scrivere una Guida:

Come sicuramente si capisce , io non sono ne Medico ne terapista , ma ho sofferto molto per l' Ansia e gli Attacchi di Panico, questo sicuramente non mi autorizza a propinare Cure, infatti quella che troverai nella mia guida non è nè una Cura intesa in senso medico , e ne l'intenzione di Curare .Ma di proporre la mia strada e il mio percorso che sono convinto essere di incredibile utilità.
Nel nostro retroterra culturale , i nostri nonni e ancora di più i nostri bisnonni usavano tramandarsi le esperienze personali per risolvere determinati problemi e ancora oggi esistono rimedi estremamente efficaci contro vari tipi di disagi e problemi sia fisici che di altra natura.
Il mio metodo è cominciato a nascere quando dopo varie esperienze di terapia mi sono reso conto quali fossero in realtà i miei problemi , e come questi problemi sono comuni a molti . Ho capito come il mio pensiero era legato a una particolare "idea" di me stesso e a vincoli e convinzioni che non mi appartenevano.

Ho cominciato a capire e a vedere dentro di me e a comprendere come la paura dell'ignoto ( inteso come tutto quello che non si conosce )ovvero della vita che noi proiettiamo in una replica di oggi e di ieri . Ma nel nostro io profondo sappiamo che ogni ora che passa è un incognita.

Il nostro essere profondo non si fida di noi!! Noi non ci fidiamo più delle nostre azioni e della capacità di manipolare gli eventi , ecco perchè la paura e gli Attacchi di Panico , l' Ansia di aspettare qualcosa che non arriva , e quella sensazione di disperazione data dal fatto che incosciamente ci hanno convinto di non poter cambiare e decidere nulla.

Questo è falso ....io l' ho sperimentato e capito....tramite tecniche e riflessioni la mia guida ti porta alla consapevolezza di poter cambiare le cose , puoi comprendere come il tuo cervello comanda il tuo corpo non viceversa, e come tu non sei quello che gli altri vogliono , sei un'essere unico e in questa unicità stà il tuo benessere e la tua salvezza...
Tutto questo sembra complesso ma non lo è , anche io dicevo fra me e me "Io sono così , come posso cambiare?" ma per citare un famoso slogan "E' facile cambiare se sai come farlo" ed è propio così , la nostra mente apprende  in modo velocissimo , spesso per danneggiarci senza che noi ce ne accorgiamo , ma allo stesso tempo , se messa nella giusta strada ci fà risorgere e cambiare le carte in tavola...

Attacchi di Panico e altre Bugie della Mente.

Quello che leggi nel titolo ti stupisce? Spero di no, secondo me gli Attacchi di Panico e l' Ansia sono propio Bugie , inganni della nostra mente . Siamo talmente abituati a agire e a pensare per sentito dire e per cose viste da media tv e radio , che non dovrebbe stupirci il fatto che la nostra mente ci inganna.
L'allarme che causa Ansia e Panico è del tutto immativato, chiediti perchè...


panico e ansia

Scrivi La tua storia ,Noi la Pubblicheremo 
Servira per aiutare altre persone e per confrontarsi e ricevere consigli  da altre persone che condividono la tua stessa situazione
VAI IN QUESTA PAGINE E CONDIVIDI LA TUA STORIA

Cosa sono gli attacchi di panico e chi ne viene colpito maggiormente


Questi sono tutti interrogativi che molte persone si pongono incuriosite da questo fenomeno che è in largo aumento in Italia, e che costringe gli organi superiori della sanità, a preventivare e a considerarlo come già avviene un vero e proprio male.

Gli attacchi di panico sono un male fisico, mentale, dell'anima e della società.
 A proposito di questo, basta pensare a quanto ammonta il costo sociale degli attacchi di panico, pensate a tutte le persone che non riescono a trovare un lavoro perché non possono contare sulla propria efficienza fisica e mentale, e pensate a tutte le persone che spesso ricorrono alla malattia all'interno dei propri posti di lavoro quando vengono colpiti da pesanti disturbi di panico. 

Pensate a tutte le medicine che vengono acquistate, e anche se la maggioranza di esse non sono gratuite una piccola parte viene assorbita dalla sanità nazionale. Pensate anche a quanti esami medici e corse al pronto soccorso che una persona che soffre di attacchi di panico è costretta a fare nella propria vita, io ne ho un'esperienza diretta.

Ogni volta che viene attivata una macchina per analisi, ogni volta che occupiamo un posto letto o che ci vengono fatte delle analisi
, per i classici probabili infarti dai quali si mascherano gli attacchi di panico, corrisponde un costo ed è un costo molto salato che chiaramente ricade sulla collettività.
Gli attacchi di panico oltre ad essere un costo sociale sono chiaramente un problema per il singolo individuo, spesso non se n'esce completamente, con l'aiuto canonico dei mezzi a nostra disposizione possiamo riuscire a limitare il devastante effetto degli attacchi di panico ma spesso molte persone ci ricadono nell'arco degli anni.
Nella mia storia personale o imparato che l'unico modo per riuscire a combattere in maniera efficace e attacchi di panico e l'ansia è quello di conoscerle e di conoscere noi stessi in modo tale da potergli fare andare via nello stesso identico modo in cui sono giunte a noi.
Potrà sembrare una frase utopistica, ma non c'è nulla di più concreto, ho sperimentato e provato tecniche particolari che mi hanno condotto ad un ottimo successo, sinceramente non lo sarei mai aspettato ma è accaduto per mia fortuna.

Quali sono le origini e gli attacchi di panico
secondo il mio punto di vista, che ci tengo a ripetere e scusatemi se sono un po' noioso, non sono né un medico uno specialista nel settore ma solo una persona che ha sofferto diversi anni di attacchi di panico intensi e crisi di ansia, è importante specificare questo.
Non esiste un unico motivo per cui si giunge a subire ansia e panico, secondo l'idea che mi sono fatto sono molti fattori, per primo secondo me c'è fattore emotivo e il fattore sociale, inteso nel senso di come noi ce la portiamo agli altri e misuriamo la nostra vita in base a questo, la fiducia che abbiamo in noi stessi e come purtroppo disimpariamo a utilizzarla, proprio così, molte persone compresi sottoscritto invece che imparare negli anni affidarsi sempre di più di se stesso e del proprio impatto nel mondo, imparano il perfetto contrario. Ma questo meccanismo naturale non c'è da meravigliarsi, anche più forte dei leoni può diventare un coniglio, la cosa bella è che come avviene questo può avvenire perfetto contrario.
Gli attacchi di panico come stavo dicendo si sprigionano da motivazioni interiori e poi di seguito alla muovere tutta una serie di fattori chimici e fisici che ci portano a conseguenze spiacevoli, questo è quello che penso è quello più potuto sperimentare direttamente sulla mia pelle,
Gli attacchi di panico oltre ad essere un costo sociale sono chiaramente un problema per il singolo individuo, spesso non se n'esce completamente, con l'aiuto canonico dei mezzi a nostra disposizione possiamo riuscire a limitare il devastante effetto degli attacchi di panico ma spesso molte persone ci ricadono nell'arco degli anni.
Nella mia storia personale o imparato che l'unico modo per riuscire a combattere in maniera efficace e attacchi di panico e l'ansia è quello di conoscerle e di conoscere noi stessi in modo tale da potergli fare andare via nello stesso identico modo in cui sono giunte a noi.
Potrà sembrare una frase utopistica, ma non c'è nulla di più concreto, ho sperimentato e provato tecniche particolari che mi hanno condotto ad un ottimo successo, sinceramente non lo sarei mai aspettato ma è accaduto per mia fortuna.
Quali sono le origini e gli attacchi di panico
secondo il mio punto di vista, che ci tengo a ripetere e scusatemi se sono un po' noioso, non sono né un medico uno specialista nel settore ma solo una persona che ha sofferto diversi anni di attacchi di panico intensi e crisi di ansia, è importante specificare questo.
Non esiste un unico motivo per cui si giunge a subire ansia e panico, secondo l'idea che mi sono fatto sono molti fattori, per primo secondo me c'è fattore emotivo e il fattore sociale, inteso nel senso di come noi ce la portiamo agli altri e misuriamo la nostra vita in base a questo, la fiducia che abbiamo in noi stessi e come purtroppo disimpariamo a utilizzarla, proprio così, molte persone compresi sottoscritto invece che imparare negli anni affidarsi sempre di più di se stesso e del proprio impatto nel mondo, imparano il perfetto contrario. Ma questo meccanismo naturale non c'è da meravigliarsi, anche più forte dei leoni può diventare un coniglio, la cosa bella è che come avviene questo può avvenire perfetto contrario.
Gli attacchi di panico come stavo dicendo si sprigionano da motivazioni interiori e poi di seguito alla muovere tutta una serie di fattori chimici e fisici che ci portano a conseguenze spiacevoli, questo è quello che penso è quello più potuto sperimentare direttamente sulla mia pelle,
Attacchi di panico e la reazione degli altri
chi ne soffre lo sa: e attacchi di panico sono fonte di grande sofferenza generano disagio, dolore e incapacità; costringono a vivere con il terrore l'incertezza insicurezza e la pensione; producono imbarazzo umiliazione vergogna e senso di colpa. Nella maggioranza dei casi la famiglia di amici medici sembrano faticare a comprendere quello che ci succede.
Familiari e amici
spesso le persone vicine sembrano incapaci di comprendere la profondità della sofferenza creata dall'ansia e dagli attacchi di panico e di trovare un modo per rapportarsi ad essa in modo appropriato e utile.
Qualcuno apparentemente non ha alcuna cognizione di ciò che la persona con attacchi di panico stia passando mentre qualcun altro sembra averne perlomeno un'idea astratta.
In entrambi i casi, tuttavia viene commesso l'errore di cercare di persuader e "fare il viso contento". Le paure i sentimenti e pensieri connessi all'ansia vengono sminuiti, cose che se fosse un'esagerazione o frutto di un'indolenza, la persona sofferente viene sollecitata a stare su e guardare il lato positivo delle cose.
A parte il fatto che questi metodi hanno scarsissime possibilità di rivelarsi utili, essi banalizzano i sentimenti dell'altro, delegittimandone le espressioni di sofferenza. Inoltre suggeriscono l'idea che l'altro stia cedendo a paure sciocche e facilmente controllabili invece di mettersi in riga e farcela con le proprie forze come dovrebbe.
Se solo potesse, la persona in difficoltà che soffre di attacchi di panico supererebbe il problema. Va bene sentirsi a disagio per le troppe difficoltà ma dopo un periodo ragionevole di tempo bisognerebbe imparare a convincerci.
Di fatto questo atteggiamento invece di aiutare rende le cose doppiamente difficili: alla paura si aggiunge la minaccia di queste valutazioni; non è più solo il disturbo di panico a pesare ma anche il giudizio altrui su come viene gestito.
Perché allora quasi tutti elargiscono abbondantemente tali prescrizioni positive ? La nostra cultura occidentale incoraggia il mantenimento di una facciata allegra di fronte alle avversità.
Ciò significa che ci si aspetta che i sintomi vengono celati o perlomeno sdrammatizzati. Anche quando qualcuno ci chiede "come va" non è realmente interessato saperlo non si aspetta che gli si dica la verità nuda e cruda, è intero, si sente a disagio se gliela diciamo. Spesso risposte negative in attese non vengono neppure recepite. Gli altri pretendono che conserviamo un atteggiamento positivo di fronte al nostro dolore perché il nostro dolore è per loro un peso. Non possono gestire nostri sentimenti le situazioni senza pagare un certo costo in termini emozionali.
I professionisti
i professionisti tendono in ogni modo analogo a sottovalutare la sofferenza delle persone con attacchi di panico si preoccupano degli aspetti quantitativi, oggettivi e tecnici e così tendono a perdere di vista o di ignorare gli aspetti qualitativi, soggettivi personali. Esiste una certa mancanza di informazione sul disturbo, che è grave ma curabile. Di conseguenza quando la persona con attacchi di panico cerca aiuto del medico di base, costui è in grado di riconoscere soltanto la depressione o laconismo eventualmente associati, i medici al pari dei diretti interessati tendono a considerare gli attacchi di panico un aspetto della personalità o qualcosa che tutti sperimentano i momenti di forte tensione.
Attacchi di panico e condizioni mediche
Prima di iniziare qualunque percorso di cura sia esso autonomo o guidato da uno psicoterapeuta dobbiamo essere certi che l'ansia e gli attacchi di panico abbiano basi esclusivamente psicologiche, esistono molte condizioni mediche con sintomi simili a quelli dei disturbi di ansia di panico per esempio l'asma, certi tumori al cervello, la per l'arteriosclerosi cerebrale e la pneumococchi pneumopatie ostruttiva cronica, lo scompenso cardio congestizio il diabete mellito, l'enfisema, l'epilessia l'ipertensione essenziale, la fibromialgia, l' iperparatiroidismo, l'ipertiroidismo la sindrome da iperventilazione, l'Ipocalcemia, l'ipoglicemia disturbi dell'orecchio interno la malattia di lyme il prolasso della valvola mitrale, l'infarto miocardico, la carenza di niacina il feocromocitoma , la porfiria, alcuni traumi cranici la sindrome premestruale la carenza della vitamina B1 o B12. Inoltre esistono varie sostanze situazioni capaci di provocare sintomi di attacchi di panico, l'alcol l'astinenza da anfetamina, la caffeina, l'anidride carbonica la cocaina le pillole dimagranti a base di stimolanti l'astinenza da eroina l'indometacina, (un antinfiammatorio non steroideo) alcuni insetticidi lassativi che contengono cloruro mercuroso, la lidocaina (un anestetico) gli stessi antidepressivi IMAO , la marijuana il mercurio l'astinenza da nicotina, gli idrocarburi volatili. Pertanto prima di applicare strategie fai da te bisogna sempre essere sicuri, o perlomeno abbastanza sicuri di capire da cosa derivano i nostri attacchi di panico. 

liberi da panico e ansia

Agorafobia e Attacchi di Panico 
A Cura di Andrea Monti  il 10/04/2014
Agorafobia e Attacchi di Panico sembrano essere collegati in modo diretto
Scopri sintomi e Rimedi comuni...Leggi Tutto

Benzodiazepine
Per Curare
Gli Attacchi di Panico

DI Mauro Novarese


Le benzodiazepine   sono talvolta prescritti per brevi periodi per alleviare i sintomi di ansia

Cause Attacchi di panico



Cause e problematiche alla base del fenomeno "Attacchi di panico"


Sebbene sia relativamente semplice riuscire a determinare quando un soggetto è affetto da attacchi di panico mediante l’osservazione sintomatica, va detto che l’ambito strettamente connesso alle cause scatenanti è tutt’altro che immediato e per nulla una scienza esatta perché in questa analisi bisogna tenere conto di moltissimi fattori che hanno a che fare non solo con la personalità dell’individuo affetto da tale patologia, ma anche con il suo passato, eventuali traumi passati e dalle sue relazioni. 

Si può quindi denotare che per individuare il principio, le cause di attacchi di panico vere e proprie, occorre innanzitutto scavare all’interno della realtà psicologica dell’individuo in questione, sia in quella passata, che in quella attuale, collegando e verificando ogni possibile collegamento e la natura di quest’ultimo.

Avvenimenti passati L’infanzia, gli avvenimenti legati al vissuto della persona possono offrire spesso la soluzione legata alle cause degli attacchi di panico. Può essere che questo fenomeno sia da ricercare in traumi apparentemente affrontati ma mai del tutto risolti, oppure di situazioni problematiche da cui ci si è allontanati, senza che però si abbia davvero maturato un rimedio efficace, pertanto quando si riverifica il medesimo contesto l’individuo ripresenta lo stesso turbamento e la stessa inadeguatezza, senza riuscire a porvi rimedio. 

In questo caso è opportuno riuscire a ripercorrere al contrario ciò che è avvenuto mediante l’auto di uno psicologo, per poter affrontare attraverso il dialogo ciò che ha determinato le cause di attacchi di panico e poter sviluppare una lettura più cosciente e matura, fino alla risoluzione del problema.

Relazioni familiari


Il fattore genitoriale e il modo in cui si è cresciuti, così come l’ambiente del proprio nido familiare può essere un valido spunto di riflessione. In molti casi infatti,, la personalità e gli insegnamenti dei propri genitori possono aver influenzato in qualche modo la personalità dell’individuo, lasciando degli strascichi che si annidano in qualche angolo della mente della persona, senza che questi sia mai riuscito a trovare sufficiente forza o risolutezza per lasciarsi alle spalle determinati episodi. In molti casi la personalità del soggetto cresce o deteriora sulla base di quanto avvenuto durante l’infanzia o l’adolescenza, riportando dei traumi più o meno vistosi che si tenta perlopiù di nascondere, anziché affrontarli.

Elaborazione del lutto


Sempre connesso ai traumi riportati nel corso della propria vita, uno dei disturbi maggiori è quello legato alla perdita di una persona cara o ad un lutto significativo, mai elaborato adeguatamente. Non sempre è un genitori, più spesso è un elemento stabile a cui si era soliti fare riferimento e che venendo a mancare ha gettato un velo di instabilità che continua a incidere negativamente sulla propria esistenza, dal momento che l’individuo non è in grado, o meglio, non crede di essere in grado di fronteggiare autonomamente le prove a cui è sottoposto nel corso della sua vita.

Vita quotidiana

 In una società scandita da continui impegni, stress e ritmi spesso forsennati, non sempre l’individuo riesce a reggere il peso delle responsabilità e a rientrare nel proprio ruolo, sia esso studente, padre o semplicemente sé stesso. La mancanza di determinazione, la scarsità di forza per reagire, relega la mente in un limbo costellato di limiti autoimposti, fragilità che vanno a minare la propria capacità di relazionarsi con gli altri, di avere una vita lavorativa efficiente e di perdere la capacità di reggere tutti gli aspetti della propria vita.

Menomazioni dell’Io

Se si soffre di carenza di autostima, di complessi di inferiorità, oppure di ipocondria e di quelle patologie che sono per la maggior parte fenomeni connessi ad una errata lettura di sé stessi, le cause di attacchi di panico sono da risolvere cercando di affrontare ogni tappa, ogni avvenimenti che ha creato questa suggestione negativa nella mente del soggetto, per il recupero del proprio io e un rafforzamento della propria identità,e riuscire a cancellare le cause di attacchi di panico.

Sbagliata concezione della realtà In altri casi l’individuo interpreta la realtà, distorcendola a causa delle proprie manie e o della propria insicurezza, spesso alterano lo stato delle cose e caricandosi di responsabilità o mancanze, completando una personalità giù insicura e dando vita a queste cause di attacchi di panico che acquisiscono sempre maggiore intensità. Anche per questa ragione non sempre sono dei particolari luoghi o dei contesti a determinare la propria insicurezza e la propria incapacità, ma la convinzione che lo siano realmente.


Spazio News e Storie Vere

dai un contributo di contenuti..Questo spazio è stato creato per inserire novità su Ansia e Attacchi di Panico e storie vere
Potrete Scrivere la vostra storia , chiaramente è consigliabile non mettere nomi e riferimenti reali, accedi a questa pagina e scrivi quello che è il tuo vissuto di ansia e attacchi di panico,

A che scopo??

Lo scopo è quello di comunicare le propie esperienze , e stimolare chi soffre di questi disturbi in silenzio a comunicare con persone che hanno avuto esperienze analoghe , questo può essere di incredibile aiuto, per non sentirsi soli e per capire che il problema è molto diffuso e se lo combattiamo uniti è molto meglio!!

Leggi Anche :


Attacchi di Panico Sintomi
08/02/2014 da Andrea Monti
Scopri quali sono i Sintomi degli 
Attacchi di Panico e come
Affrontarli nel modo migliore ..
Come Distinguere i Sintomi 
degli Attacchi di Panico 
09/02/2014 da Andrea Monti
In presenza di sintomi riconducibili a problemi fisiologici di oppressione al torace con la sensazione
di soffocamento durante gli Attacchi di Panico è sempre ....Leggi Tutto
.
Smettere di fumare Causa attacchi di panico?


Il vizio del Fumo è senza alcun dubbio il peggior vizio o , tossicodipendenza , perchè di questo si tratta, che una persona possa avere.
I danni di questa "Cattiva Abitudine " sono talmente tanti che nemmeno la medicina conosce,e soprattutto , e questo è un mio pensiero, credo che le compagnie del tabacco e gli stati che guadagnano sulla vendita di questi ordigni di morte non permettono la diffusione della verità , sia su i danni del fumo sia sul reale danno della dipendenza Fisica e Psicologica di questa merda.


Cercare di Smettere di Fumare , è una grande cosa , e spesso chi ci prova incontra e conosce un senso di terrore e di paura che non esiterei a chiamere Attacchi di Panico.Ma cosa c'entrano le sigarette e il fumo con il panico e l'Ansia?

Scheda Analitica e Riepilogo

Attacchi di panico
(Disturbo da attacchi di panico)


Gli Attacchi o crisi di panico sono un disagio e un disturbo che colpisce il sistema nervoso . Le cause più comuni sono lo stress e i conflitti interiori . I tipici sintomi sono:
  • Palpitazioni
  • paura,tremiti,terrore e senso di morte imminente.
L'attacco di panico è un disagio emotivo Esso provoca sintomi fisici ed emotivi quali : palpitazioni che possono durare pochi minuti , ma il senso di terrore può perdurare diverse ore , o debolezza e sensazione di disperazione e paura che può accompagnare il soggetto molto a lungo. .
Fattori che facilitano l'esordio del panico:
  • stress
  • sesso
  • consumo di alcool
  • fumo
  • utilizzo di droghe
  • consumo di caffeina o eccitanti
I trattamenti per gli attacchi di panico comprendono: SSRI , Citalopram , Escitalopram , e/o TCA,imipramina,desipramina , Cosa fare per prevenire gli attacchi di panico stop fumo , alcool , caffeina , imparare a gestire lo stress , and dedicarsi a sport e attività all'aria aperta .
 
Copyright 2015.www.attacchidipanicoeansia.it
Torna ai contenuti | Torna al menu