Aracnofobia Paura dei Ragni - Attacchi di Panico e ansia

Cerca 
Vai ai contenuti

Menu principale:

Aracnofobia Paura dei Ragni

Fobie
Aracnofobia, tra ossessione e terrore.

Una Paura Incontrollabile , terrore e sensazione di paralisi alla vista dei Ragni....

La paura di un aracnofobico nei confronti dei ragni, diventa un'ossessione perenne e continua, una paura irrazionale che porta a una reazione di ansia esagerata.

L' aracnofobia è differente dalla semplice paura: chi soffre di questa fobia, si trova col battito cardiaco accelerato, arrivando fino a veri e propri attacchi di panico, non soltanto se a contatto diretto con un ragno, ma di fronte anche a immagini che lo rappresentano.

Nella simbologia comune il ragno rappresenta una figura imprevedibile, bizzarra, nella quale convivono bene e male: ci sono credenze antiche secondo le quali l'anima, durante il sonno, può entrare e uscire dalla bocca di una persona, nei panni di un ragno.

Le più colpite da questa fobia sono le donne, e molti autori nella storia dell'arte hanno rappresentato ragni con testa femminile, per simboleggiare la bellezza e la mostruosità, l'umanità e la bestialità.
aracno fobia

Il tarantismo del sud Italia, è una realtà ancora oggi esistente, le "tarante" sarebbero la causa di continue ripetizioni di crisi nelle quali il tarantato si troverebbe a danzare contro la sua volontà (ma sotto quella della taranta), 

per giorni e giorni: solo tramite un rituale fatto di musica, colori e oggetti particolari, potrà liberarsi dal potere del ragno col quale, nella maggior parte dei casi, non si entra neppure in contatto.
Perché si ha paura di un essere così piccolo e solitamente innocuo, come il ragno? Perché è un essere veloce, misterioso agli occhi di chi guarda. "E se fosse velenoso? E se mi uccidesse?" queste sono le domande ripetute ininterrottamente da un aracnofobico, nel quale l'immaginazione va a superare di gran lunga la realtà.

Aracnofobia: si può guarire con la terapia? Sì!


Ecco Come Guarire Dalla Paura dei Ragni Con La Terapia

Per liberare l' aracnofobico da questa paura incontrastata e spropositata, non esistono farmaci o medicinali mirati alla cura del problema o riconosciuti dalla comunità medica e scientifica: la paura dei ragni rientra infatti nella categoria delle fobie.

Esistono però alcune terapie per contrastare il problema, prima fra tutte l'esposizione in vivo, una terapia comportamentale dove chi soffre di aracnofobia, viene messo a stretto contatto col ragno.

Inizialmente si tratta di pura suggestione psicologica, al soggetto vengono poste domande sulla sua paura, su come si comporterebbe se; successivamente si mostrano ragni reali, veri, talvolta vivi: in questo modo, andando per gradi, il paziente riuscirà ad arrivare a toccare il ragno stesso.

Ad oggi esistono anche studi sperimentali, come la Virtual Spider Technology, che prevede l'interazione con ragni virtuali, dalle sembianze fortemente reali.

La fobia dei ragni, e tutte le fobie in genere, subentra laddove l'elemento scatenante il terrore, si rivela sconosciuto: non conoscendo bene ciò che si ha di fronte, si rischia di cadere in un circolo vizioso di paura e tensione, che può esplodere anche al semplice pensiero dell'esposizione all'esserino con otto zampe. Con le terapie volte all'esposizione del paziente alla minaccia, immaginaria o reale, si procederà così a un contatto diretto con la propria fobia grazie al quale, a poco a poco, si perderà totalmente la propria paura ossessiva.




Video su Virtual Spider Tecnology
Virtual spider tecnology contro l' aracnofobia
 
Copyright 2015.www.attacchidipanicoeansia.it
Torna ai contenuti | Torna al menu